Chiamaci: +39 02 92.85.35.75
Seguici:

Blog

Per rimanere sempre informati

  • Home
  • inCOWORK
  • Blog
  • ChatGPT: tutto quello che c’è da sapere
  • ChatGPT: tutto quello che c’è da sapere

    • 24 gennaio 2023
    • News
    • 130
    OpenAI sta di nuovo facendo notizia con il suo ultimo applicativo basato sull'intelligenza artificiale. Ma sai cos'è ChatGPT e come funziona?

    Di recente OpenAI è diventato particolarmente famoso grazie a ChatGPT, un chatbot gratuito realizzato utilizzando la tecnologia dell'azienda GPT-3.

    Questo è in grado di generare del testo simile a quello umano e ha un'ampia gamma di applicazioni, tra cui la traduzione linguistica e la generazione di testo per applicazioni. È uno dei più grandi e potenti modelli di intelligenza artificiale per l'elaborazione del linguaggio fino ad oggi, che conta ben 175 miliardi di parametri.

    L’utente ha quindi la possibilità di fornire ad un'intelligenza artificiale addestrata un'ampia gamma di suggerimenti. Queste possono essere domande, richieste di un testo, anche breve, su un argomento a scelta e tanto altro.

    Questo avviene grazie ad un programma in grado di comprendere il linguaggio umano parlato e scritto, consentendo di comprendere in modo approfondito le informazioni testuali che gli vengono fornite e cosa rispondere.

     

    Cosa può fare ChatGPT?

    Il potere di questo applicativo risiede nella sua velocità e comprensione in merito a questioni complicate.

    Ad esempio, invece di passare ore a ricercare, comprendere e scrivere un articolo sulla meccanica quantistica, ChatGPT può produrre un'alternativa ben scritta in pochi secondi.

    Ovviamente, quest’applicativo i suoi limiti e il suo software può essere facilmente confuso se le richieste iniziano a diventare troppo complicate, o anche se decidi di scrivere dei testi troppo recenti o di nicchia.

     

    Come funziona?

    A prima vista, la tecnologia di GPT-3 potrebbe apparire piuttosto semplice. Raccoglie le tue richieste, domande o suggerimenti e risponde rapidamente. Come puoi immaginare, la tecnologia alla base è molto più complicata di quanto sembri.

    Il modello è stato addestrato utilizzando un enorme database di testi su Internet. Ciò includeva ben 570 GB di dati ottenuti da libri, articoli, testi Web e Wikipedia. Per essere precisi, nel sistema sono state immesse circa 300 miliardi di parole.

    Come modello linguistico, ChatGPT funziona sulla probabilità, essendo in grado di indovinare quale dovrebbe essere la parola successiva all’interno di una frase.

    Ciò che distingue questa tecnologia dalle altre è che continua ad apprendere indovinando quale dovrebbe essere la parola successiva, migliorando costantemente la sua comprensione di suggerimenti e domande per rispondere sempre meglio.

    Si tratta infatti di una versione molto più potente e intelligente del software di completamento automatico che vedi spesso nelle e-mail o nei software di scrittura. Inizi a digitare una frase e il sistema offre un suggerimento su ciò che dirai.

    Le caratteristiche più sorprendenti

    Nonostante sia un'intelligenza artificiale, ha una comprensione sorprendentemente buona dell'etica e della moralità.

    Ha anche la capacità di tenere traccia delle conversazioni, ricordando le regole che hai impostato o le informazioni che hai fornito in precedenza.

    Due aree in cui il modello ha dimostrato di essere più forte sono la comprensione del codice e la capacità di risolvere questioni complicate. ChatGPT può infatti creare un intero layout di un sito Web o scrivere una spiegazione di facile comprensione in pochi secondi.

     

    Dove etica e intelligenza artificiale si incontrano

    L'intelligenza artificiale e le preoccupazioni etiche vanno di pari passo. Quando si offre una tecnologia simile al pubblico, chi la realizza è pienamente consapevole delle numerose limitazioni e preoccupazioni.

    Poiché il sistema è addestrato in gran parte utilizzando delle parole provenienti da Internet, può infatti raccogliere fake news, pregiudizi, stereotipi e opinioni. Ciò significa che occasionalmente è possibile trovare barzellette o stereotipi su determinate minoranze o figure politiche.

    In alcuni punti, OpenAI ha inoltre inserito degli avvisi. Chiedi una storia cruenta e il sistema di chat si chiuderà. Lo stesso vale per le richieste di insegnare a manipolare le persone o costruire armi pericolose.

     

    Ecosistemi artificialmente intelligenti

    L'intelligenza artificiale è in uso da anni, ma attualmente sta attraversando una fase di crescente interesse, guidata dagli sviluppi di Google, Meta, Microsoft e quasi tutti i big della tecnologia.

    Tuttavia, OpenAI ha attirato maggiormente l'attenzione, sviluppando di recente un generatore di immagini AI, un chatbot altamente intelligente e sta mettendo a punto Point-E, un modo per creare modelli 3D attraverso delle istruzioni testuali.

     

    Alcuni lavori potrebbero quindi scomparire?

    L’uso dell’intelligenza artificiale potrebbe portare alla perdita di posti di lavoro per grafici e scrittori, ma solo in determinate situazioni. La possibilità di utilizzare uno strumento che funziona giorno e notte, senza vacanze, pause, weekend e festivi, in modo completamente gratuito, sembra davvero molto allettante.

    ChatGPT può inoltre rendere obsolete alcune attività come la scrittura di report o comunicati stampa.

    I lavori che interessano la scrittura (ma anche la grafica) sono dunque a rischio? Al momento non è un pericolo concreto, in quanto i testi generati dall’AI hanno sempre bisogno di una revisione e appaiono troppo ripetitivi. Del resto, questi programmi scrivono per il web e per i Crawler, piuttosto che per le persone.

     

    Conoscevi tutte le funzionalità di ChatGPT?


    Tags: chatbot chatgpt tecnologia stay incowork stayincowork incowork

    Condividi il post:

    Iscriviti alla Newsletter

    Per rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi, eventi e offerte

    Entra nel nostro network
    Contattaci
    • Indirizzo: via Lodovico Montegani, 23
      20141 - Milano (IT)
    • Tel: +39 02 92.85.35.75
    • Fax: +39 02 700.42.50.82
    • Email: info@incowork.it
    • Lunedì - Venerdì: 00:00 am - 24:00 pm
      Sabato - Domenica: 00:00 am - 24:00 pm
    Iscriviti alla newsletter
    Affiliazioni
    © 2023 - inCOWORK - Catalitic Srl - PI e CF 09355250961 - N° Rea MI 2084837 - Privacy Policy - Cookie Policy - Preferenze - Sviluppato da OnLime