Chiamaci: +39 02 92.85.35.75
Seguici:

Blog

Per rimanere sempre informati

  • Home
  • inCOWORK
  • Blog
  • Regime forfettario: le caratteristiche principali
  • Regime forfettario: le caratteristiche principali

    Stai avviando una nuova attività? Scopri i pro e i contro del regime fiscale contabile considerato più vantaggioso.

    Saper scegliere il regime contabile fiscale più adatto è molto importante per un freelance.

    Si tratta di un insieme di regole ed obblighi da rispettare da parte dei Iiberi professionisti e ad oggi è possibile individuarne tre tipologie: forfettario, semplificato ed ordinario.

     

    Il regime forfettario: caratteristiche e chi può usufruirne

    La Legge n. 190/2014 ha introdotto nel nostro ordinamento, a decorrere dal 1 gennaio 2015, un nuovo regime fiscale denominato forfettario. Questo è destinato a persone fisiche esercenti, attività d’impresa o di Iavoro autonomo che rispettano una serie di requisiti fondamentali.

    A partire dal 2016 il nuovo regime forfettario è diventato l’unico realmente agevolato, utilizzabile sia da chi intende aprire una nuova attività, sia dai soggetti che hanno una attività già avviata, previo il rispetto dei requisiti richiesti.

    L’aliquota garantita da questo tipo di sistema, confermata con la Iegge di stabilità del 2018, è del 15% e, dunque, molto conveniente suII’imponibiIe.

    È importante segnalare inoltre che l’imposta è ridotta del 5% per i primi cinque anni di attività.

    Essendo adottabile da tutte le persone fisiche, la Iegge ha introdotto svariati requisiti per l’accesso e la permanenza dello stesso, per questo non è sempre facile accedervi.

    Fino al 31 dicembre 2018 i requisiti previsti per accedere al regime forfettario erano tre:

    • non superare determinate soglie per ricavi e compensi
    • non superare la soglia di 5.000 euro di spese per Iavoro dipendente
    • non superare la soglia di 20.000 euro per il costo dei beni strumentali.

    La Legge di bilancio 2021 ha però modificato la disciplina del regime forfettario stabilendo come requisiti di accesso:

    • l’ottenimento di ricavi o compensi non superiori a € 65.000,
    • sostenuto spese per un importo complessivo non superiore a 20.000 euro lordi per lavoro accessorio, lavoro dipendente e compensi a collaboratori, anche a progetto
    • rispettare il limite di 30.000 euro relativo ai redditi da lavoro dipendente o assimilati e pensioni percepiti. Fanno eccezione i lavoratori dimessi o licenziati.

     

    Tassazione del regime forfettario

    Fondamentale, però, è venire a conoscenza delle tasse da pagare in maniera effettiva.

    Il primo step sarà calcolare il reddito imponibile, ovvero la parte di guadagno sulla quale applicare il 15% di tasse. Per ogni codice ATECO (consultabile sul sito ISTAT) è stato stabilito un coefficiente di redditività che va moltiplicato per il reddito.

    Da qui in poi, sarà necessario sottrarre i contributi previdenziali obbligatori dal reddito, che variano a seconda dei fattori. Per esempio, se hai pagato 7.500 euro di contributi, ammettendo un reddito imponibile calcolato in precedenza di 23.400 euro, dovrai sottrarre dallo stesso i contributi versati.

    L’ultimo step sarà moltiplicare l’importo ottenuto dalla sottrazione precedente per 15%, ossia l’aliquota prevista dal regime forfettario.

     

    Limitazioni

    Il regime forfettario presenta però alcune limitazioni.

    Infatti, non è possibile beneficiare di questo tipo di sistema nell’eventualità in cui:

    • per il calcolo del reddito non ci si avvalga di regimi speciali IVA o forfettari;
    • non si risieda in Italia, eccetto per chi produce almeno il 75% del reddito in Italia;
    • si effettuino cessioni abituali di fabbricati, mezzi di trasporto nuovi e terreni edificabili;
    • si possieda una partecipazione in società di persone, associazioni professionali o imprese familiari o si controlli direttamente o indirettamente, srl o associazioni in partecipazione, con attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dagli esercenti attività d’impresa, arti o professioni;
    • si è una persona fisica la cui attività d’impresa o di Iavoro autonomo sia esercitata, prevalentemente, nei confronti di datori di Iavoro, o soggetti direttamente o indirettamente ad essi riconducibili, con i quali sono in corso rapporti di Iavoro.

    Il regime forfettario verrà meno a partire dall’anno successivo a quello in cui si verifica una di queste condizioni o a quello in cui i ricavi superino il limite di 65.000 Euro.

     

    Vantaggi del regime forfettario

    Il regime forfettario offre comunque svariati vantaggi, oltre ad un’aliquota ridotta del 15%.

    • esonero dalle scritture contabili
    • IVA assente per le operazioni attive e non detraibile sugli acquisti. Ciò prevede l’esonero dalle liquidazioni/versamenti periodici IVA, dalla dichiarazione
    • annuale e dagli altri adempimenti fiscali periodici (Intra e black list)
    • non assoggettamento a ritenuta alla fonte a titolo d’acconto
    • non assunzione della qualifica di sostituto d’imposta
    • esclusione daII’IRAP e dagli studi di settore/parametri
    • introduzione, con esclusivo riferimento alle imprese, del regime agevolato al 35% anche ai fini dei contributi INPS.

    Questa serie di agevolazioni corrisponde ad una netta diminuzione degli adempimenti contabili e, quindi, del costo della tenuta contabile della propria attività. Se però possiedi i requisiti necessari per accedervi, puoi optare per uno degli altri due sistemi in vigore (semplificato e ordinario).

     


    Tags: freelance libero professionista consigli fisco regime forfettario incowork stay incowork stayincowork

    Condividi il post:

    Iscriviti alla Newsletter

    Per rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi, eventi e offerte

    Free Week Pass
    Contattaci
    • Indirizzo: via Lodovico Montegani, 23
      20141 - Milano (IT)
    • Tel: +39 02 92.85.35.75
    • Fax: +39 02 700.42.50.82
    • Email: info@incowork.it
    • Lunedì - Venerdì: 00:00 am - 24:00 pm
      Sabato - Domenica: 00:00 am - 24:00 pm
    Iscriviti alla newsletter
    Affiliazioni
    © 2021 - inCOWORK - Catalitic Srl - PI e CF 09355250961 - N° Rea MI 2084837 - Privacy Policy - Cookie Policy - Sviluppato da OnLime